Domande frequenti (FAQ)

Come possiamo aiutarvi?

FAQ

Cosa ha annunciato recentemente Stratus ?

Stratus ha annunciato il 7 dicembre la disponibilità generale di un nuovo aggiornamento software per la sua linea di prodotti ztC Edge computing . Stratus Redundant Linux versione 2.2 offre ai clienti un'API REST migliorata, nuove patch di sicurezza e l'abilitazione con un clic di un nuovo strumento di gestione dei sistemi basato sul web - ztC Advisor. I clienti attuali sono incoraggiati ad aggiornare a quest'ultima versione, per trarre vantaggio da queste nuove caratteristiche e miglioramenti.

Perché sono importanti queste nuove funzioni e questi miglioramenti?

Con SRL 2.2, i miglioramenti nell'interoperabilità, nella sicurezza e nella gestibilità aiutano i clienti a ridurre ulteriormente i costi di gestione e manutenzione, a migliorare la produttività e a minimizzare i rischi. Un'API REST migliorata, con informazioni più granulari a livello di VM, consente agli amministratori di ottimizzare meglio le prestazioni delle applicazioni e l'utilizzo delle risorse. SRL 2.2 incorpora le ultime patch e aggiornamenti di sicurezza di Stratus, affrontando quasi 200 vulnerabilità e bug conosciuti per offrire una piattaforma operativa più sicura e affidabile per le sue soluzioni ztC Edge . Infine, l'abilitazione con un solo clic di ztC Advisor, un nuovo strumento di gestione dei sistemi basato sul web, consente agli amministratori di qualsiasi formazione che hanno bisogno di gestire centralmente più piattaforme ztC Edge e garantire la loro disponibilità, di diventare produttivi più velocemente.

Qual è la soluzione di Stratus's ztC Edge ?

Stratus ztC Edge è una piattaforma informatica sicura, robusta e altamente automatizzata che aiuta le organizzazioni con carenza di personale a migliorare la produttività, ad aumentare l'efficienza operativa e a ridurre i rischi di fermo macchina ai margini. "ztC" sta per "zero touch computing". Con la sua virtualizzazione integrata, la protezione automatizzata, l'interoperabilità industriale, la gestibilità OT e l'assistenza sul campo, ztC Edge offre applicazioni edge virtualizzate altamente disponibili in modo rapido e semplice.

Per chi è il ztC Edge e quali sono i suoi principali vantaggi?

La soluzione è progettata sia per le Operazioni che per il personale IT che deve fornire rapidamente applicazioni edge e IoT (Internet of Things) affidabili in ambienti remoti e con risorse limitate. Il suo vantaggio principale è una maggiore produttività attraverso un maggiore utilizzo delle risorse, una migliore efficienza operativa e tempi di inattività ridotti.

Dove posso trovare ztC Edge? In quali paesi e lingue specifiche è attualmente supportato?

ztC Edge è supportato a livello globale e localizzato nella maggior parte delle principali lingue Tier 1. Per un elenco aggiornato delle lingue e dei paesi supportati, visitate il nostro pagina di stato della localizzazione.

A quali certificazioni di sicurezza e qualità dei prodotti è conforme o aderisce ztC Edge ?

Stratus ztC Edge è attualmente certificato secondo la maggior parte dei programmi globali, come FCC, CE, VCCI, CCC e altri. Il modello ztC Edge 110i è certificato Classe I Divisione 2 (CI D2), garantendo che può essere utilizzato in sicurezza in ambienti potenzialmente pericolosi con un involucro approvato. Per un elenco aggiornato delle certificazioni ambientali, visitare il nostro pagina dello stato della certificazione.

Quali sono le caratteristiche principali di Stratus ztC Edge ?

Le sue caratteristiche chiave sono la virtualizzazione integrata, la sicurezza semplificata, l'interoperabilità industriale, la gestibilità OT, i nodi ridondanti robusti, la protezione automatizzata, l'assistenza sul campo e i servizi di supporto opzionali e gestiti. Differenziandosi da altre piattaforme edge computing per la sua semplicità operativa e facilità d'uso, il livello di protezione che fornisce e la sua ampiezza di capacità automatizzate, ztC Edge aiuta sia il personale OT che IT a fornire applicazioni di bordo virtualizzate altamente affidabili rapidamente e facilmente, permettendo alle organizzazioni con poco personale di aumentare la produttività e l'efficienza, riducendo il rischio di tempi di inattività. Per ulteriori informazioni su ztC Edge, visita la homepage del prodottoztC Edge su stratus.com, oppure scarica e leggi la scheda tecnica diztC Edge .

Quali sono le applicazioni che le aziende eseguono di solito su ztC Edge?

Stratus ztC Edge è progettato per fornire applicazioni edge computing altamente affidabili in modo rapido e semplice, come le applicazioni di controllo industriale (ad esempio SCADA/HMI, storico) di Rockwell, Avevava (Wonderware), GE e Inductive Automation, e i sistemi di gestione degli edifici di società come Schneider Electric e Gallagher. Può anche supportare molte altre applicazioni emergenti - il software di virtualizzazione desktop remoto ThinManager di Rockwell, i framework di analisi come Lightning EdgeML di FogHorn.

È possibile ordinare ztC Edge o personalizzarlo con diversi processori, memoria e archiviazione?

Sì e no. Stratus offre due diversi modelli di hardware - ztC Edge 100i e ztC Edge 110i - con diverse capacità di processore, di memoria e di rete. Ma i modelli stessi non sono ulteriormente personalizzabili. Le configurazioni fisse e un set minimo di SKU di prodotto semplificano l'inserimento e l'evasione degli ordini. Le piattaforme sono disponibili come versioni a singolo nodo, per i clienti che non richiedono immediatamente una piattaforma di calcolo altamente disponibile o a tolleranza di errore, o per quelli che vogliono aggiungere la ridondanza in un secondo momento. Sono inoltre disponibili per l'acquisto sistemi ridondanti. Per un riassunto delle somiglianze e delle differenze tra i due modelli di hardware, visitare la pagina ztC Edge homepage del prodotto su stratus.comoppure scaricare e leggere il ztC Edge scheda tecnica.

Quali sono i requisiti di licenza di Windows per ztC Edge se voglio eseguire sistemi operativi Windows guest su di essi?

Stratus ztC Edge richiede almeno una licenza Windows, che supporta fino a 2 VM. Per una distribuzione ridondante, sarà necessario acquistare almeno due licenze Windows (una per ogni nodo ztC Edge ). Le due licenze forniranno il supporto per un massimo di quattro macchine virtuali su un sistema ridondante ztC Edge . Se i clienti vogliono eseguire da 5 a 8 piccole VM su un sistema ridondante ztC Edge , dovranno acquisire altre due licenze Windows (una in più per ogni nodo).

Gli attuali clienti di ztC Edge hanno diritto a Stratus Ridondante versione 2.2 di Linux?

Sì, se hanno un contratto di supporto attivo. Gli attuali clienti di ztC Edge che eseguono Stratus versioni ridondanti di Linux (SRL) 1.x o 2.x che hanno anche un abbonamento attivo al supporto di sistema o alla salute del sistema hanno il diritto di scaricare, aggiornare e utilizzare SRL 2.2 senza costi aggiuntivi. Il loro abbonamento al supporto dà diritto a patch e aggiornamenti del software. I clienti che utilizzano SRL 2.1 possono utilizzare la semplice funzione di aggiornamento disponibile nella loro console ztC Edge per aggiornare il loro sistema. I clienti che stanno eseguendo una qualsiasi versione precedente di SRL (ad esempio la versione 1.x) devono contattare il supporto Stratus per confermare il processo di aggiornamento.

In precedenza avete accennato al fatto che i clienti con contratti di assistenza attiva possono passare a SRL 2.2, così come registrarsi per utilizzare ztC Advisor, senza alcun costo aggiuntivo. Quali sono le opzioni di contratto di assistenza disponibili con ztC Edge?

Stratus offre due opzioni di supporto annuale (e rinnovabile) - System Support e System Health - per aiutare i clienti a massimizzare il ritorno dell'investimento su ztC Edge .

I clienti che si abbonano ai servizi di System Support ricevono servizi di assistenza tecnica via web e telefono 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con uno SLA di 30 minuti di risposta per i problemi critici. Ricevono inoltre servizi di determinazione delle cause alla radice, accesso a patch, aggiornamenti, knowledgebase e altre risorse attraverso un portale sicuro e self-service e scambio di parti in anticipo di 3 giorni. A differenza di una sostituzione di parti in garanzia, Stratus spedisce ai clienti i nodi di sostituzione prima di ricevere un nodo in cambio.

I clienti che si abbonano ai servizi di System Health ricevono il monitoraggio del sistema 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il triage degli allarmi, le revisioni dei registri di sistema, l'analisi predittiva dei guasti e i servizi di conservazione dei media. I servizi di System Health sono di natura più proattiva e sono progettati per identificare e risolvere i problemi prima che diventino più gravi. System Health è un servizio aggiuntivo in abbonamento al Supporto di sistema.

Lei ha menzionato che Stratus Redundant Linux include la propria piattaforma di virtualizzazione. Su quale tecnologia si basa la piattaforma di virtualizzazione?

Il software di sistema per ztC Edge, Stratus Redundant Linux, è basato in parte sulla distribuzione CentOS e sull'hypervisor KVM. Sebbene sia basato su software open source, è stato personalizzato da Stratus. Per questo motivo, i clienti che vogliono aggiornare i loro sistemi dovrebbero applicare solo le patch che hanno ricevuto da Stratus. L'aggiunta di un livello di disponibilità, insieme ad uno strumento di gestione, la Console ztC Edge , permette la gestione di un singolo sistema e delle sue VM.

Quali sistemi operativi sono supportati per gli ospiti virtuali?

ztC Edge supporta la maggior parte dei principali sistemi operativi Windows e Linux come ospiti virtuali. Per un elenco aggiornato dei sistemi operativi guest supportati, visitate il nostro pagina di stato del supporto del sistema operativo ospite.

Qual è la capacità di una soluzione ztC Edge ? Quante applicazioni si possono eseguire contemporaneamente?

Il numero di applicazioni che possono essere gestite contemporaneamente su ztC Edge dipende da diversi fattori, tra cui i requisiti di risorse dell'applicazione, le sue aspettative di performance e il livello di disponibilità desiderato.

Ad esempio, una singola piattaforma Stratus ztC Edge può essere configurata per supportare tre VM di dimensioni moderate e fornire prestazioni accettabili quando configurata utilizzando le impostazioni predefinite di un'applicazione SCADA. Ad esempio, ogni nodo 100i è dotato di 4 core Intel i7 hyperthreaded core (che si traduce in 8 CPU virtuali), 32 GB di memoria e 512 GB di memoria SSD. Il sistema operativo ztC Edge stesso richiede 2 CPU virtuali, 2 GB di RAM e circa il 20% della memoria dell'applicazione e dello spazio di archiviazione disponibile se distribuito in modalità ridondante. Un sistema ridondante ztC Edge 100i può essere configurato con 3 macchine virtuali, ognuna delle quali ha 2 CPU virtuali e 8 GB di RAM. Una VM con 60 GB di memoria potrebbe essere utilizzata per un carico di lavoro SCADA/HMI di 10.000 tag, con dati raccolti a 1 tag/sec. La seconda VM con 250 GB di memoria potrebbe supportare un Historian locale da 10.000 tag, con compressione di default. La terza VM con 90 GB di disco verrebbe utilizzata per eseguire servizi desktop remoti, supportando 3 utenti o sessioni simultanee.

Per ulteriori informazioni sul vostro caso d'uso specifico, o per le ultime guide al dimensionamento, contattate il vostro partner locale Stratus o l'ingegnere di successo del cliente.

Le 3 macchine virtuali sono il numero massimo supportato da ztC Edge ?

No. Il numero totale di VM che sono supportate dipende dalle applicazioni in esecuzione, così come dai vostri requisiti di performance. ztC Edge è stato progettato, tuttavia, per supportare 3 VM in un tipico ambiente edge computing . Se un cliente esegue casi d'uso di VM più leggere, allora sono possibili più di 3 VM.

L'hypervisor in Stratus Redundant Linux può utilizzare immagini VMware non modificate?

Sì. Le appliance virtuali (immagini di macchine virtuali preconfigurate) nei formati OVF e OVA sono supportate dall'host di virtualizzazione di ztC Edge, compresi i modelli formattati per VMware. Quando le immagini VMware, incluse le VM UEFI (Unified Extensible Firmware Interface) vengono recuperate utilizzando lo strumento di gestione di ztC Edge(ztC Edge Console), vengono automaticamente importate nel formato richiesto per ztC Edge e poi avviate.

ztC Edge è una soluzione tollerante ai guasti?

Sì, può essere. Ridondante ztC Edge I sistemi 110i possono essere configurati in modo da supportare carichi di lavoro FT (fault tolerant) o HA (altamente disponibili), a livello di VM. Infatti, i clienti possono eseguire i carichi di lavoro FT e HA contemporaneamente, sullo stesso sistema ridondante 110i, a patto che siano su diverse VM. Questa flessibilità consente ai clienti di adeguare il livello di disponibilità alla criticità dei loro carichi di lavoro e di ottimizzare l'utilizzo delle risorse.

ztC Edge I modelli 100i supportano i carichi di lavoro di HA (quando vengono impiegati come sistema ridondante), ma non supportano carichi di lavoro con tolleranza ai guasti. Questo perché le interconnessioni 10 GbE necessarie per la tolleranza ai guasti sono disponibili solo con hardware 110i.

Stratus offre altre soluzioni a prova di guasti? Quali sono le somiglianze e le differenze tra ftServer e ztC Edge?

Sì, Stratus offre un'altra soluzione a prova di guasto chiamata ftServer. Infatti, il "ft" in "ftServer" sta per "fault tolerant".

ztC Edge è costruito appositamente per gli ambienti Edge e ben si adatta ad applicazioni edge di dimensioni modeste. Il suo fattore di forma compatto e robusto ne consente l'impiego direttamente sul pavimento dell'impianto - su una parete, una guida DIN, un armadio, un pannello di controllo o un'apparecchiatura di produzione. ztC Edge supporta comodamente la visualizzazione e il controllo di ambienti con un massimo di 10.000 tag e 3 utenti contemporanei.

ftServer è progettato per le applicazioni di controllo industriale più grandi, e la maggiore capacità del suo fattore di forma 4U per il montaggio su rack più il suo supporto per le piattaforme di virtualizzazione di terze parti e le opzioni di archiviazione di massa lo rendono più adatto per i carichi di lavoro mission critical più grandi distribuiti nei data center regionali o nelle sale edge control .

I due nodi di ztC Edge che funzionano in modalità fault tolerant agiscono come un unico sistema logico (come ftServer) o uno è un primario e l'altro è uno standby?

ztC Edge implementa la tolleranza ai guasti in modo diverso rispetto a ftServer. ztC Edge utilizza un approccio basato sul software, con checkpointing, mentre ftServer utilizza un approccio basato sull'hardware, con FPGA.

Quando operano in modalità fault tolerant, i due nodi di una soluzione ztC Edge agiscono come un sistema ridondante, replicando continuamente tutti i dati scritti su disco, tutti i dati in memoria e tutti gli stati della CPU, attraverso entrambi i nodi, in modo che in caso di guasto catastrofico in un nodo, le VM possano riprendere sull'altro nodo sopravvissuto esattamente dove il primo nodo si è interrotto. Il secondo nodo è in modalità "standby attivo", o "pronto", in continuo aggiornamento e pronto a prendere il sopravvento in caso di necessità. Ci può essere un breve ritardo (fino a cinque secondi) mentre il secondo nodo prende il sopravvento, ma non si perdono dati o transazioni.

D'altra parte, i sistemi ftServer duplicano simultaneamente tutte le elaborazioni e gli I/O di entrambi i suoi sottosistemi. In sostanza, ci sono due computer che fanno esattamente la stessa cosa allo stesso tempo, che agiscono entrambi come server primari. Se uno dei sottosistemi fallisce, il rimanente continua ad agire come server primario - solo ora da solo. Non c'è alcun ritardo, poiché un sottosistema non "prende il sopravvento" su un altro sottosistema.

Ci sono condizioni associate a, o limitazioni della funzione di recupero automatico del sito locale in ztC Edge?

I due nodi di un sistema ridondante ztC Edge possono essere distribuiti in diverse posizioni fisiche, a condizione che la latenza di andata e ritorno nella connettività di rete (a-link) tra i nodi sia inferiore alla soglia di 10 ms per carichi di lavoro altamente disponibili e di 2 ms per carichi di lavoro con tolleranza ai guasti. Il rispetto di queste condizioni consente a ztC Edge di fornire servizi di disaster recovery per il sito locale o per l'area metropolitana. Stratus raccomanda che per i nodi separati da più di 10 metri (o 33 piedi), o per i nodi collegati con interruttori esterni, sia implementato anche un servizio di quorum.

So che Stratus offre anche un prodotto di disponibilità del software chiamato everRun. Stratus ztC Edge è solo un software everRun che gira su un PC industriale?

No. Stratus ztC Edge , mentre fa leva sulla tecnologia che è anche in everRun, è una soluzione diversa. Sia everRun che Stratus Linux ridondante (il sistema operativo in Stratus ztC Edge ) utilizzano lo stesso framework di virtualizzazione e lo stesso livello di disponibilità. Tuttavia, Stratus Redundant Linux espone ulteriormente le caratteristiche dell'hardware di ztC Edge per offrire una distribuzione notevolmente semplificata, e capacità di monitoraggio e gestione del sistema più avanzate e complete - più di quelle fornite dalla combinazione di everRun solo sull'hardware standard del settore.

Quanto sono robusti i nodi di ztC Edge? Qual è la loro classificazione IP? Qual è la loro temperatura di funzionamento consigliata, e cambia con i cambiamenti di altitudine?

ztC Edge è classificato IP40 e presenta un design a stato solido, durevole, senza ventole e senza parti mobili. Il modello ztC Edge 100i può funzionare a temperature che vanno da -40 a 60 °C (da -40 a 140 °F), quando si utilizza l'alimentazione DC. Il modello ztC Edge 110i può funzionare a temperature che vanno da -20 a 55 °C (da -4 a 131 °F), quando si utilizza l'alimentazione DC. Se si utilizzano invece gli alimentatori CA forniti con i sistemi, l'intervallo di temperatura di funzionamento consigliato varia da 0 a 50 °C (da 32 a 122 °F) per entrambi i modelli.

Ad altitudini più elevate, l'aria è più sottile e tipicamente più secca, il che comporta una minore dissipazione di calore attraverso la convezione dell'aria. Di conseguenza, l'intervallo di temperatura di funzionamento raccomandato ad altitudini più elevate è ridotto, perché ztC Edge è un prodotto senza ventola, raffreddato per convezione. Ad esempio, ad un'altitudine di 4200 metri (14.000 piedi), la temperatura ambiente massima dovrebbe essere mantenuta al di sotto dei 35 °C (95 °F). Per le gamme di temperatura consigliate o i valori nominali per il vostro caso d'uso specifico, contattate Stratus.

ztC Edge supporta Power over Ethernet? Qual è la sua corrente di spunto?

No, ztC Edge non supporta attualmente PoE. La corrente di spunto massima per entrambi i sistemi ztC Edge 100i e 110i è di 20A. Per ulteriori specifiche tecniche, visitare il sito ztC Edge homepage del prodotto su stratus.com.

Come funziona l'indirizzamento IP con ztC Edge?

Ogni nodo in un sistema ridondante ztC Edge ha il proprio indirizzo IP, così come il sistema stesso e ogni VM. Le applicazioni risiedono tipicamente nelle VM. Le comunicazioni sono gestite dal sistema, con un routing che avviene in modo trasparente verso le VM, indipendentemente dal nodo su cui sono attualmente in funzione.

Che cos'è ztC Advisor?

ztC Advisor è un nuovo strumento di gestione dei sistemi di bordo basato sul web che rende più facile per gli amministratori di tutti i settori - Operations e IT - gestire in remoto la loro infrastruttura ztC Edge computing su scala. ztC Advisor semplifica il monitoraggio e la gestione remota e centralizzata di più piattaforme ztC Edge . Attraverso un portale sicuro, basato sul web, i clienti possono visualizzare rapidamente e facilmente lo stato di salute e l'utilizzo dell'intero inventario di ztC Edge , aiutandoli a risolvere i problemi di triage in remoto, a migliorare la produttività e a ridurre i rischi. A partire dal 7 dicembre, ztC Advisor sarà offerto ai clienti di Stratus come prodotto di anteprima. Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo stratus.com/soluzioni/ztc-advisore.

Cosa significa che ztC Advisor viene offerto come prodotto "in anteprima"?

Per raccogliere informazioni su questo nuovo prodotto, ztC Advisor viene inizialmente offerto ai clienti attuali come anteprima gratuita. Per un periodo di tempo limitato, gli attuali clienti con contratti di assistenza e manutenzione attiva potranno registrarsi per utilizzare ztC Advisor senza costi aggiuntivi, in cambio di un feedback su Stratus sulla loro esperienza. Tutti i nuovi clienti che acquistano le piattaforme ztC Edge sono incoraggiati a registrarsi e a provare ztC Advisor. Tutti gli attuali clienti che utilizzano le piattaforme ztC Edge che eseguono SRL 2.1 (o precedenti) sono incoraggiati ad aggiornare i loro sistemi a SRL 2.2 e ad approfittare di questa nuova offerta.

Come posso accedere a ztC Advisor? Devo prima accedere al mio dashboard ztC Edge ?

Per accedere a ztC Advisor, basta inserire le tue credenziali del portale di supporto a https://ztcadvisor.stratus.com. Se non hai un id utente e una password (o hai dimenticato quali fossero), puoi crearli (o recuperarli) in questo stesso sito.

Ho un account Stratus Support, ma ho dimenticato la mia password. Posso recuperarla o reimpostarla?

Puoi usare la funzione "reset password" sulla pagina di login di ztC Advisor per resettare la tua password. Questo ti permetterà di impostare una nuova password che potrà essere utilizzata sia per il portale di supporto Stratus che per l'accesso a ztC Advisor.

Come faccio a far apparire le mie piattaforme ztC Edge in ztC Advisor?

Stratus popolerà automaticamente la tua dashboard di ztC Advisor con tutte le piattaforme ztC Edge che possiedi, una volta effettuato il login.

Vedo i miei sistemi ztC Edge , ma sono tutti categorizzati come "Not Provisioned" - cosa significa?

ztC Edge le piattaforme appariranno in questo stato "Not Provisioned" finché non saranno registrate. Una volta registrate le piattaforme e abilitato ztC Advisor in ogni console ztC Edge , esse appariranno in uno stato diverso nella dashboard.

Devo installare un agente o un software speciale in ztC Edge per farlo apparire nel portale ztC Advisor?

No, non c'è un software separato da installare o gestire sul tuo sistema ztC Edge . Tuttavia, la piattaforma ztC Edge deve avere SRL versione 2.2 o superiore per essere in grado di riportare i dati della piattaforma a ztC Advisor. Inoltre, c'è un semplice interruttore di abilitazione/disabilitazione all'interno della sezione Preferenze di ztC Edgeper abilitare la visibilità dei dati di sistema.

Cos'è Stratus everRun ?

everRun è una piattaforma software altamente versatile che offre una protezione istantanea per le vostre applicazioni e dati. Altamente personalizzabile e compatibile con una vasta gamma di hardware standard del settore, questo ambiente operativo è facilmente incorporato in soluzioni di terze parti che richiedono maggiore affidabilità. Maggiori informazioni sono disponibili su https://www.stratus.com/solutions/platforms/everrun/.

Per chi è everRun e quali sono i suoi principali benefici?

everRun è adatto a una vasta gamma di casi d'uso aziendali data center IT e edge OT, ma è particolarmente vantaggioso per i rivenditori a valore aggiunto e machine builders che desiderano incorporare un'infrastruttura di calcolo più affidabile nelle loro soluzioni infrastrutturali e apparecchiature di produzione. L'utilizzo di everRun aiuta le aziende a massimizzare il loro ritorno sugli investimenti, a velocizzare il time to market e a ridurre il rischio di downtime non pianificati.

Quali sono le caratteristiche principali di everRun?

Le caratteristiche chiave dieverRunincludono il suo host di virtualizzazione integrato, i livelli di disponibilità personalizzabili, la protezione dell'area metropolitana e il supporto hardware e software standard del settore. Basato su KVM, l'hypervisor di everRunsupporta la maggior parte dei sistemi operativi guest Windows e Linux. I clienti possono scegliere il livello di disponibilità di cui hanno bisogno - alta disponibilità o tolleranza ai guasti - per i carichi di lavoro in esecuzione su ogni macchina virtuale. everRun può essere distribuito in una configurazione metro-area, per supportare il disaster recovery dell'area locale, ed è compatibile con un'ampia varietà di sistemi Intel x86-based.

Quali sono le applicazioni che le aziende eseguono tipicamente su everRun?

Le aziende eseguono un'ampia varietà di applicazioni su soluzioni basate su everRun - ovunque sia necessaria una maggiore disponibilità - e necessaria rapidamente e facilmente. I casi d'uso tipici includono la gestione degli edifici, la gestione dell'energia e i sistemi di sicurezza, i sistemi di sicurezza pubblica, i POS al dettaglio e le applicazioni di produzione e logistica. Per ulteriori informazioni sui clienti di Stratus che stanno riducendo il rischio di downtime con everRun, visitare https://resource.stratus.com/.

Quali versioni di everRun sono attualmente vendute e supportate? Qual è la vostra release più recente?

everRun 7.8 è il nostro prodotto più recente, ed è stato rilasciato il 4 dicembre 2020. Quando viene rilasciata una nuova versione di everRun , le versioni precedenti non vengono più vendute. Ma queste vecchie versioni continuano ad essere supportate per diversi anni dopo la loro data finale di fine vendita, o completamente, o in una limitata capacità di "migliori sforzi". Attualmente, il supporto completo è offerto ai clienti che usano everRun 7.8, 7.7, 7.6 e 7.5. Un supporto limitato è disponibile per i clienti che usano everRun 7.4 e precedenti, così come la versione 6.2 e successive. Per ulteriori informazioni sul ciclo di vita del supporto di everRun, visitare https://www.stratus.com/services-support/customer-support/software-support/matrices/.

Se attualmente sto usando una vecchia versione di everRun, posso scaricare e usare la versione più recente?

Sì, finché hai un contratto di supporto attivo. Gli attuali clienti che usano everRun 7.7 o precedenti e che hanno anche un abbonamento di supporto attivo, sono autorizzati a scaricare, aggiornare e usare everRun 7.8 senza costi aggiuntivi. Il loro abbonamento di supporto dà diritto a patch e aggiornamenti gratuiti del software. Le versioni attuali e precedenti di everRun , così come la documentazione e gli strumenti, sono disponibili e possono essere scaricati da https://www.stratus.com/services-support/downloads/.

C'è una versione gratuita di everRun disponibile che posso provare prima di comprare?

Sì. Stratus incoraggia i potenziali clienti a provare everRun e sperimentare di persona le sue molte caratteristiche a valore aggiunto. Puoi iniziare la tua prova senza rischi di 30 giorni compilando il modulo disponibile su https://lp.stratus.com/everrun-trial/.

Lei ha menzionato che everRun ha una piattaforma di virtualizzazione integrata. Su quale tecnologia è basata questa piattaforma di virtualizzazione?

L'host di virtualizzazione dieverRunè basato sull'hypervisor open source KVM. everRun include anche pacchetti open source dalla distribuzione CentOS, così come la tecnologia sviluppata e rinforzata da Stratus. Per questo motivo, i clienti che aggiornano i loro sistemi dovrebbero applicare solo le patch che hanno ricevuto da Stratus. everRun è dotato di una propria console amministrativa e di strumenti per gestire le sue macchine virtuali.

Quali sistemi operativi sono supportati come ospiti virtuali su questa piattaforma?

everRun supporta la maggior parte dei principali sistemi operativi Windows e Linux come guest virtuali. Per una lista aggiornata dei sistemi operativi guest supportati, visita la nostra pagina sullo stato di supporto dei sistemi operativi guest.

L'hypervisor di everRunpuò utilizzare immagini VMware non modificate?

Sì. Le appliance virtuali (immagini di macchine virtuali preconfigurate) in entrambi i formati OVF e OVA sono supportate dall'host di virtualizzazione everRun, compresi i modelli formattati per VMware. Quando le immagini VMware, incluse le VM UEFI (unified extensible firmware interface) vengono recuperate utilizzando la console di gestione di everRun, vengono automaticamente importate nel formato richiesto da everRun e quindi avviate. Per maggiori informazioni su come fare questo, si veda la sezione Gestione delle macchine virtuali della guida utente di everRun .

Su quali sistemi hardware può essere installato everRun ? Ci sono delle limitazioni?

everRun è supportato su un'ampia varietà di server e workstation x86 basati su Intel. Per una lista completa, visita la pagina dell'hardware supportato.

Lei ha detto che quando le applicazioni vengono eseguite su sistemi basati su everRun, diventano altamente disponibili. everRun è una soluzione tollerante ai guasti?

I sistemi basati su everRun possono essere personalizzati per fornire carichi di lavoro fault tolerant (FT), altamente disponibili (HA) o una combinazione di entrambi. I clienti possono eseguire carichi di lavoro FT e HA simultaneamente, sullo stesso sistema everRun , a patto che siano su VM diverse e che siano soddisfatte altre condizioni. Questa flessibilità permette ai clienti di abbinare il livello di disponibilità alla criticità dei loro carichi di lavoro e di ottimizzare l'utilizzo delle risorse. Per una spiegazione più dettagliata dei requisiti delle risorse per i diversi livelli di disponibilità, si prega di visitare la sezione Requisiti di sistema della Guida utente di everRun .

Stratus offre altre soluzioni tolleranti agli errori? Quali sono le somiglianze e le differenze tra everRun e ztC Edge o ftServer?

Sì, il portafoglio di Stratusinclude altre piattaforme altamente disponibili e tolleranti ai guasti, tra cui ztC Edge e ftServer. everRun è una soluzione software che, se combinata con l'hardware di calcolo standard del settore, permette di personalizzare la protezione del carico di lavoro.

ztC Edge è una soluzione appositamente costruita che combina hardware, software e servizi. Progettato specificamente per gli ambienti edge, è adatto per applicazioni edge di dimensioni moderate. Il suo fattore di forma compatto e robusto gli permette di essere distribuito direttamente sul pavimento dell'impianto - su una parete, una guida DIN, un armadio, un pannello di controllo o un pezzo di attrezzatura di produzione. Per esempio, ztC Edge può comodamente supportare ambienti di visualizzazione e controllo con un massimo di 10.000 tag e 3 utenti contemporanei.

ftServer è progettato per grandi applicazioni di bordo mission-critical. Infatti, la "ft" in "ftServer" sta per "fault tolerant". La maggiore capacità del suo fattore di forma 4U per il montaggio su rack, oltre al suo supporto per piattaforme di virtualizzazione di terze parti e opzioni di archiviazione di massa, lo rende più adatto per i carichi di lavoro mission-critical più grandi distribuiti nei data center regionali o nelle sale edge control .

Cos'è SplitSite? Ci sono dei requisiti o delle condizioni associate all'uso di questa funzione in everRun?

I due computer in un sistema basato su everRun possono essere distribuiti in luoghi fisici diversi, purché la latenza di andata e ritorno tra di loro soddisfi una soglia di 10 ms per carichi di lavoro altamente disponibili e di 2 ms per carichi di lavoro tolleranti agli errori. Finché queste condizioni sono soddisfatte, la distribuzione dei singoli computer può essere "divisa" all'interno di un "sito" locale per fornire servizi di disaster recovery a livello locale o di area metropolitana. Stratus raccomanda che per i computer separati da più di 10 metri (o 33 piedi), o per i server collegati in bridge con switch esterni, sia implementato anche un servizio quorum. Informazioni più dettagliate sulle configurazioni di SplitSite possono essere trovate nella Guida utente dieverRun .

Dove posso trovare altre informazioni su everRun?

Ulteriori informazioni su everRun possono essere trovate sulla homepage del prodottoeverRun su www.stratus.com. Informazioni tecniche più dettagliate sulle sue risorse e sui requisiti di configurazione possono essere trovate nella guida utente dieverRun .

Cosa c'è di nuovo o migliorato negli ultimi modelli ftServer ? Perché dovrei prenderli in considerazione?

La piattaforma di 11a generazione ftServer porta nuove tecnologie e prestazioni migliorate ai clienti. Sfrutta i processori Intel Xeon Silver 4210 e Xeon Gold 5220. Rispetto alla decima generazione ftServer, include un numero superiore di core del processore (18), una memoria massima più elevata (utilizzando DIMM da 64 GB, fino a 1.280 GB) e uno storage interno massimo più elevato (utilizzando HDD da 2,4 TB, fino a 19,2 TB). Include anche il supporto per la prima volta ftServer per le unità interne NVMe di tecnologia più recente (SSD NVMe da 1,6 TB). In base all'età della vostra attuale infrastruttura di calcolo, ai vostri SLA di disponibilità e ai tipi di carichi di lavoro che state eseguendo, questi nuovi modelli ftServer possono essere piattaforme interessanti per soddisfare in modo semplice e conveniente i vostri obiettivi di prestazioni, tempi e punti di recupero per i vostri carichi di lavoro più intensivi di processori e dati.

Quali ambienti operativi supporta ftServer Gen 11?

Stratus ftServer supporta gli ambienti operativi standard del settore, tra cui Microsoft Windows Server, VMware vSphere e Red Hat Enterprise Linux. ftServer Gen 11, che comprende i modelli ftServer 2910, 4910 e 6910, supporterà VMware vSphere 7.0 e Microsoft Windows Server 2019 (con possibilità di downgrade a Windows Server 2016). ftServer Gen 11 supporterà anche RedHat Enterprise Linux 8 più avanti nell'anno solare.

ftServer è una piattaforma continuamente disponibile o altamente disponibile?

Stratus ftServer è una piattaforma continuamente disponibile. Ogni singolo sistema ftServer è composto da due metà identiche - due identiche unità sostituibili dal cliente (CRU) - ciascuna con i propri processori, memoria e storage. Gli identici Stratus field programmable gate array (FPGA) su ogni CRU eseguono il firmware Lockstep, assicurando che la stessa operazione avvenga allo stesso tempo su ogni processore. Se un componente di una CRU si guasta, non c'è nessun failing over su un altro sistema, perché l'altra CRU continua a funzionare senza alcuna interruzione. Percorsi dati ridondanti, o bus I/O multi-path, assicurano che i dati siano anche sincronizzati su entrambe le CRU.

C'è una differenza tra disponibilità continua e alta disponibilità?

Sì, la disponibilità continua riguarda la prevenzione proattiva dei tempi di inattività, mentre l'alta disponibilità riguarda la reazione più rapida possibile una volta che il tempo di inattività si verifica. Le piattaforme a disponibilità continua sfruttano tecnologie come la ridondanza, l'elaborazione lockstep e il mirroring dei dati per ridurre il rischio di guasti ai componenti e garantire un'elaborazione continua, senza mai compromettere i dati dei clienti. Le piattaforme altamente disponibili sfruttano tecnologie come il clustering o la migrazione, per cercare di recuperare rapidamente da un guasto di un componente riavviando il servizio in un'altra posizione.

In che modo ftServer è diverso dalle altre piattaforme continuamente disponibili?

ftServer si distingue per la sua semplicità e facilità d'uso. ftServer è probabilmente la piattaforma a disponibilità continua più facile da implementare, gestire e assistere. Altre soluzioni richiedono un'impostazione, un'integrazione e una configurazione complesse. ftServer offre disponibilità continua fuori dalla scatola e non richiede modifiche alle applicazioni ISV o agli script di failover. Le sue capacità di auto-monitoraggio, auto-allerta, auto-diagnosi e auto-risoluzione fanno risparmiare tempo e fatica agli amministratori. Le due metà identiche di un sistema ftServer sono progettate per essere facilmente sostituite senza strumenti speciali. Quando una CRU sostitutiva viene reinserita nel suo alloggiamento e accesa, il sistema si risincronizza automaticamente. La facilità d'uso di ftServerlo rende ideale per la distribuzione in luoghi remoti con risorse IT limitate. E un ulteriore vantaggio della sua singola immagine di sistema è che è richiesta solo una licenza del sistema operativo (a differenza delle soluzioni cluster che richiedono due o più licenze).

La vostra piattaforma è costosa? Potrò permettermi ftServer?

ftServer ha un costo paragonabile a quello di soluzioni di alta disponibilità meno robuste che richiedono switch extra, storage e licenze software per il sistema operativo e le applicazioni per creare un sistema in cluster, pur fornendo un migliore tempo di attività. Molti dei nostri clienti ci dicono che non possono "non permettersi" di usare ftServer, dato l'enorme costo in cui incorrerebbero se i loro sistemi andassero fuori uso. Rispetto al costo del downtime, ftServer può essere un modo molto conveniente per soddisfare i vostri obiettivi di tempo e punto di ripristino. ftServer è la vostra garanzia contro le perdite.

Quanto durano i vostri server? Per quanto tempo posso aspettarmi di usarli?

Alcuni dei nostri clienti stanno ancora utilizzando sistemi supportati commercialmente e Stratus mantenuti ftServer che sono stati acquistati e distribuiti inizialmente più di 15 anni fa. Stratus non ha una politica formale sul ciclo di vita dell'hardware ftServer ma si sforza di fornire ai clienti il massimo ritorno sugli investimenti.

Qual è l'MTBF di un ftServer?

Non usiamo i numeri MTBF per ftServer per le nostre proiezioni del numero di 9 o altri fattori. Stratus calcola un fattore chiamato MTBR (Meantime between repair). La ragione per cui usiamo questi calcoli è che la tolleranza ai guasti di ftServerfornisce protezione contro i guasti, risultando in nessun tempo morto per le vostre applicazioni critiche. Meantime between repair è un calcolo che stima la quantità media di tempo tra le riparazioni che si dovrebbe assumere.

Devo usare la virtualizzazione quando uso ftServer?

No. È possibile eseguire le applicazioni protette in macchine virtuali, ma non è necessario. ftServer viene fornito con Microsoft Windows Server, VMware vSphere, o Red Hat Enterprise Linux. Se volete eseguire applicazioni virtualizzate, potete utilizzare VMware vSphere, Windows Server Hyper-V, o Red Hat Enterprise Linux con KVM come hypervisor. Se si desidera eseguire le applicazioni in modo nativo, è possibile installarle direttamente sopra i sistemi operativi di base di Windows Server o Red Hat Enterprise Linux.

Quante macchine virtuali posso eseguire su ftServer?

Dipende dal tuo modello ftServer e dalle dimensioni/allocazioni di risorse delle tue macchine virtuali (VM). Supponendo VM di piccole-medie dimensioni (con 2 vCPUs, per esempio) potresti ragionevolmente supportare fino a 10 VMs su un 2910, 20 VMs su un 4910, e 30+ VMs su un 6910. Stratus mette a disposizione delle guide di dimensionamento per aiutare clienti e partner a stimare i loro requisiti di risorse. Contatta il tuo partner o il rappresentante di vendita di Stratus per maggiori dettagli.

Qual è il vantaggio della vostra nuova offerta di storage NVMe?

La tecnologia NVMe fornisce miglioramenti in termini di prestazioni e affidabilità che sono facilitati da un nuovo design e da una nuova architettura, che reinventa davvero il modo in cui l'archiviazione viene presentata abbracciando l'uso di NAND o di altre tecnologie di archiviazione basate sulla memoria. È stato progettato da zero con un'interfaccia che non richiede protocolli SAS o SATA ed è direttamente integrato al bus PCIe. Stratus ha implementato il supporto per NVMe in ftServer in un modo che sfrutta la maggior parte dei vantaggi di NVMe, fornendo anche la flessibilità che consente opzioni di storage interno ibrido. Questo permette l'uso di unità a basso costo per alcuni carichi di lavoro (come un sistema operativo), mentre permette alle risorse del disco NVMe di essere dedicate a carichi di lavoro di classe superiore dove si desiderano maggiori prestazioni.

Qual è la quantità massima di storage interno che ftServer può supportare e quali opzioni esistono se è necessario uno storage aggiuntivo?

Con un massimo di 8 coppie speculari di unità disco interne, e con la dimensione dell'unità più grande di 2,4 TB, la capacità massima di archiviazione interna grezza per ftServer è di 19,2 TB. Se è necessario uno storage aggiuntivo, ftServer può essere interfacciato a un array di storage esterno ftScalable di Stratus . Il sistema di archiviazione ftScalable offre fino a 144 unità disco, con una dimensione massima di 1,8 TB, per quasi 260 TB di archiviazione grezza totale.

Cosa significa quando si dice che ftServer agisce come un "unico sistema integrato"?

Ogni sistema ftServer include due metà identiche, o unità sostituibili dal cliente (CRU). Ogni CRU ha tutto ciò che ci si aspetterebbe da un singolo server standalone - alimentazione, scheda madre, CPU, memoria, unità disco, interfacce di rete, ecc. Ma ftServer utilizza la sua tecnologia Lockstep per fornire un sistema attivo/attivo che appare a un operatore come un singolo server. L'operatore vedrà solo un'istanza del sistema operativo core o hypervisor, un'istanza delle macchine virtuali, un'istanza dei sistemi operativi guest, un'istanza delle applicazioni software, ecc. Con ftServer, non è necessario gestire separatamente più server o nodi indipendenti. Piuttosto, le due CRU all'interno di ftServer sono logicamente presentate come un singolo sistema attivo/attivo che fornisce una protezione fault-tolerant completa attraverso un singolo sistema che è semplice e facile da usare.

Quali metodi sono disponibili per monitorare la salute del mio ftServer?

ftServer supporta molti strumenti e metodi di monitoraggio e gestione. Se il tuo sistema ftServer ha accesso a Internet, allora Stratus raccomanda il monitoraggio remoto tramite l'Active Service Network (ASN) di Stratus . Usando l'ASN di Stratuse la funzionalità "call home" del server, ftServer segnalerà automaticamente e istantaneamente qualsiasi anomalia o problema direttamente al team di assistenza clienti di Stratus. L'incidente sarà automaticamente registrato e un ticket di supporto clienti sarà immediatamente creato per assicurare il percorso più veloce per la risoluzione del problema. Se il tuo sistema ftServer NON ha accesso a Internet (forse a causa di limitazioni di infrastruttura, restrizioni di sicurezza, ecc. Questi metodi includono OPC UA, SNMP, avvisi via e-mail, drop-off di file, monitoraggio tramite una GUI di diagnostica, ecc. Puoi usare questi metodi di monitoraggio locale per tracciare lo stato di salute del tuo server, e poi chiamare l'assistenza clienti Stratus o usare il portale di assistenza clienti Stratus basato sul web per creare un ticket di supporto se si presenta un problema.

Quali opzioni sono disponibili per gestire i backup automatici delle VM su un host ftServer ?

ftServer supporta la maggior parte dei metodi e degli strumenti di backup standard. Per esempio, i backup delle VM possono essere gestiti tramite funzionalità fornite dall'hypervisor (come l'esportazione delle VM da un host VMware) o tramite strumenti di backup e ripristino di terze parti (come Veeam, Arcserve, Zerto, ecc.).

Qual è il metodo tipico per integrare ftServer in un sistema di automazione?

ftServer è un server montato su rack che è tipicamente installato in una sala server o in un ambiente datacenter. Il server verrebbe fisicamente installato in un rack da 19" e collegato a circuiti di alimentazione ridondanti e a reti ridondanti. La stanza del server o il datacenter dovrebbero fornire aria pulita e condizionamento della temperatura. ftServer può anche essere installato in pannelli di sistema di controllo o rack di automazione, a condizione che i suoi requisiti ambientali possano essere soddisfatti.

I processori di ftServer possono essere cambiati o aggiornati in un secondo momento?

No. I processori in ogni modello ftServer sono specificamente selezionati e sono unici per Stratus. ftServer sfrutta alcune funzionalità che sono fornite da specifici processori Intel Xeon, e come tali, questi processori non possono essere sostituiti o aggiornati. Poiché questi processori non possono essere sostituiti in futuro, è importante considerare l'espansione futura e i requisiti di crescita nella fase iniziale di "dimensionamento del server", per garantire che le risorse di calcolo del server siano adeguate ai carichi di lavoro attuali e alla durata del progetto.

La memoria e lo stoccaggio in ftServer possono essere aggiornati in un secondo momento?

Sì. Ogni modello di ftServer supporta una gamma di opzioni di memoria e archiviazione. Supponendo che il tuo ftServer non sia già configurato con la sua memoria massima e lo storage, sia la memoria che lo storage possono essere aggiornati in futuro. Gli aggiornamenti di memoria sono gestiti installando chip DIMM aggiuntivi e richiedono una finestra di manutenzione per il tempo di inattività del server. Gli aggiornamenti dello storage sono gestiti installando coppie aggiuntive di unità disco in mirroring e possono essere eseguiti mentre il vostro ftServer è ancora in funzione, senza tempi di fermo pianificati o interruzioni.

Stratus offre servizi di installazione con ftServer? Qual è il suo scopo?

Sì, Stratus offre un'offerta Jumpstart Installation, che può essere consegnata da Stratus o da un partner certificato. Un ingegnere addestrato di Stratus o di un partner lavorerà con te su tutti gli aspetti dell'installazione e della configurazione di ftServer . Ciò include l'estrazione del server, l'ispezione dei danni subiti durante la spedizione, il racking fisico del server, il cablaggio del server (alimentazione e rete), l'accensione del server, il caricamento del sistema operativo del server, l'installazione di Stratus Automated Uptime Layer (AUL), la configurazione dello storage e del networking ridondante del server, la configurazione del monitoraggio remoto tramite Stratus ASN, la configurazione del monitoraggio locale (tramite OPC UA, SNMP, avvisi e-mail, ecc.), verificando il funzionamento full duplex del server, assistendo nella creazione e configurazione di un massimo di 4 macchine virtuali e fornendo dettagli operativi e formazione sull'amministrazione al team del cliente (NOTA: i servizi specifici possono variare a seconda della regione).

Chi tipicamente gestisce, amministra, monitora, supporta e assiste i server ftServer che sono stati distribuiti in produzione?

ftServer è tipicamente gestito dal personale IT e operativo interno, da fornitori di servizi terzi o dallo stesso Stratus . Grazie alla sua semplicità, facilità d'uso e aderenza agli standard industriali, ftServer è facilmente amministrato, monitorato, supportato e assistito da personale IT o OT. I team IT si sentiranno a proprio agio con ftServer grazie ai suoi componenti hardware standard (ad esempio, processori Intel, memoria Samsung e unità disco Seagate), ai suoi sistemi operativi standard "shrink-wrapped" (ad esempio, VMware vSphere, Windows Server o RHEL) e alle sue capacità di monitoraggio IT-friendly (ad esempio, SNMP, avvisi e-mail, GUI di diagnostica, ecc.) Il personale OT in genere si sente molto a suo agio con ftServer a causa della sua semplicità (due metà identiche, o CRU, che sono integrate come un unico sistema e gestite come un tipico server autonomo), i suoi metodi di monitoraggio OT-friendly (come OPC UA per l'integrazione dello stato di salute del server nel sistema SCADA e HMI) e, soprattutto, la sua disponibilità continua altamente automatizzata e la tolleranza agli errori che mantiene le VM e le applicazioni attive e funzionanti senza tempi di failover e senza perdita di dati se si verifica un problema.

ftServer supporta la rete ridondante?

Sì. Il sistema ftServer è basato su un'architettura doppia e ridondante, e il networking non fa eccezione. Indipendentemente dal sistema operativo / hypervisor, ftServer è configurato in modo tale che più adattatori di rete dalla metà superiore e inferiore del server, o CRU, sono accoppiati insieme per la ridondanza. Questa configurazione permette una ridondanza di rete completa, in modo che le comunicazioni di rete continuino in caso di guasto di una scheda di rete, un cavo o uno switch.

ftServer supporta gli alimentatori ridondanti?

Sì. Ogni metà di un ftServer, o CRU, include la propria alimentazione dedicata. Si raccomandano circuiti di alimentazione separati e indipendenti (con backup UPS) per ogni CRU. Questo circuito di alimentazione e la ridondanza dell'alimentazione assicurano il funzionamento continuo del server nel caso di un'interruzione dell'alimentazione, o anche se un circuito di alimentazione dovesse scattare, o essere messo fuori uso per manutenzione.

Quali modifiche devo apportare alle mie applicazioni software per supportarne l'esecuzione su ftServer in modalità fault tolerant?

Nessuna. Se la vostra applicazione software è compatibile con i sistemi operativi / ipervisori e sistemi operativi guest supportati da ftServer, allora sarà protetta su ftServer senza ulteriori modifiche richieste. Eseguendo semplicemente su un host ftServer tollerante agli errori, anch'esso diventerà completamente tollerante agli errori senza altri script, modifiche o personalizzazioni richieste.

Quali schede periferiche / dispositivi sono supportati su ftServer?

Stratus supporta alcune periferiche PCIe di terze parti per ftServer, e possono essere acquistate da Stratus. Queste includono schede di interfaccia di rete (NIC - 10 Gbps e 1 Gbps, fibra e rame), e schede Host Bus Adapter (HBA) per interfacciare ftServer con array di storage esterni. Poiché le schede periferiche richiedono test/convalida approfonditi e driver software induriti (per gestire errori e anomalie transitorie senza tempi morti in un'architettura fault-tolerant) qualsiasi periferica da usare con ftServer deve essere convalidata da e acquistata attraverso Stratus. Inoltre, Stratus offre un programma "ftReady" in cui clienti e partner possono richiedere che specifiche periferiche siano studiate e qualificate per l'uso con ftServer.

Qual è l'architettura raccomandata per le connessioni client a ftServer?

ftServer supporta sia i client spessi (cioè stazioni di lavoro client fisiche con applicazioni installate localmente che richiedono dati da ftServer su una rete) che i client sottili (cioè dispositivi terminali senza OS o con un OS minimo che visualizzano in remoto le applicazioni client che sono effettivamente in esecuzione sull'host ftServer ).

Qual è il tipo di interfaccia consigliato (cioè cablata, seriale, USB, Ethernet, ecc.) per collegare i dispositivi di campo a ftServer?

Le interfacce Ethernet dovrebbero essere utilizzate ogni volta che è possibile, poiché sono disponibili più tipi di adattatori di rete (10 Gbps e 1 Gbps, rame e fibra) per ftServer, e poiché l'architettura ftServer fornisce una ridondanza completa tra più reti senza tempi morti o perdita di dati. Altri tipi di interfaccia come USB, seriale, cablata, ecc., dovrebbero essere evitati poiché queste interfacce sono tipicamente di natura simplex e non possono essere integrate per trarre vantaggio dall'architettura ridondante a tolleranza d'errore di ftServer.

Dove posso ottenere ulteriori informazioni su Stratus ftServer ?

Potete ottenere maggiori informazioni su Stratus ftServer dalla pagina del prodotto ftServer sul sito web di Stratus, www.stratus.com/solutions/platforms/ftserver, o contattando il vostro partner locale o rappresentante di vendita.