Il 76% delle agenzie di sicurezza pubblica nordamericane avrà implementato le tecnologie 9-1-1 di prossima generazione entro il 2017

Il quarto sondaggio annuale sulla sicurezza pubblica rivela i progressi e le opportunità per i centri di emergenza nordamericani

MAYNARD, Massachusetts, 13 ottobre 2016 - Stratus Technologies, Inc., fornitore leader di soluzioni per la disponibilità continua, ha rivelato oggi i risultati del suo quarto sondaggio annuale sul Public Safety Answering Point (PSAP). La ricerca ha esaminato i punti di vista di 573 professionisti della sicurezza pubblica in tutto il Nord America su argomenti quali il volume delle chiamate, la migrazione 9-1-1 di prossima generazione, il personale, le tecnologie di virtualizzazione, le interruzioni di sistema e altro ancora.

L'indagine annuale ha rivelato tendenze coerenti con i rapporti passati per quanto riguarda le preoccupazioni sui tempi di inattività e la preparazione ai disastri, dato che i tempi di inattività continuano ad essere una preoccupazione significativa per i PSAP. Per alcuni dei più grandi call center di emergenza, ogni minuto crescente di inattività può comportare un'ulteriore chiamata persa al 9-1-1-1, o fino a 57 chiamate perse all'ora. Fortunatamente, la consapevolezza di questa situazione sta crescendo, poiché l'interesse o l'adozione dell'iniziativa NG9-1-1 per l'aggiornamento delle infrastrutture di risposta alle emergenze della nazione sono saliti alle stelle - passando dal 47% degli intervistati del sondaggio Stratus' 2012 al 76% degli intervistati del 2016. Questo maggiore interesse per le soluzioni di prossima generazione, tuttavia, non ha prodotto una tendenza parallela di aumento della fiducia in cloud o nelle soluzioni di virtualizzazione. Infatti, il 67% degli intervistati ha dichiarato di non avere alcun progetto per cloud e il 40% ha dichiarato di non avere alcun progetto di virtualizzazione.

"Il requisito fondamentale del livello di servizio 24/7/365 dei call center di emergenza della nostra nazione non può essere messo a rischio dai tempi di inattività del sistema, e i PSAP hanno comunicato questo anno dopo anno", afferma EJ Schmidt, Vice Presidente - Global and Corporate Marketing, Stratus Technologies. "Mentre guardiamo il mercato muoversi verso sistemi più connessi, guidati da tendenze come l'Internet delle cose, e progrediamo verso l'adozione del NG9-1-1, è diventato molto più importante disporre di un'infrastruttura che garantisca la disponibilità continua delle applicazioni". Quando sono in gioco delle vite umane, le procedure di disaster recovery non sono sufficienti; la prevenzione di eventuali interruzioni con tecnologie a tolleranza di guasti è un passo necessario che i PSAP devono fare".

TROVE CHIAVE

I tempi di inattività sono sempre al top per i PSAP, con soluzioni a tolleranza di guasti o ad alta disponibilità che aprono la strada alla mitigazione del rischio

  • Quasi la metà (47%) dei PSAP ha segnalato due o più incidenti negli ultimi 12 mesi
  • Il 25% degli intervistati ha riferito che la durata media delle interruzioni è superiore a un'ora
  • Il 70% di coloro che utilizzano soluzioni ad alta disponibilità ha mantenuto gli incidenti a uno o zero all'anno
  • Il 37% dei PSAP con server con tolleranza ai guasti è sopravvissuto all'anno con zero tempi di inattività

NG9-1-1 sta procedendo a pieno ritmo

  • Il 76% degli intervistati ha il NG9-1-1 in corso o sul radar, rispetto al 47% del 2012
  • Complessivamente, il 49% dei PSAP prevede l'attuazione nei prossimi dodici mesi

Cloud e la virtualizzazione potrebbe essere un po' più avanti per i PSAP

  • L'adozione nell'ambiente PSAP ad alta posta in gioco è bassa rispetto all'ambiente aziendale che ha abbracciato pienamente il cloud e la virtualizzazione
  • Il 67% degli intervistati non ha alcun piano cloud ; e tra coloro che ce l'hanno, solo un quarto (24%) si affida al cloud per le applicazioni critiche
  • Il 40% degli intervistati non ha in programma di virtualizzare; mentre il 62% di coloro che attualmente eseguono la virtualizzazione sperimentano ancora eventi di fermo macchina che superano i 15 minuti - il che indica che la sola virtualizzazione non risolve realmente il problema dei tempi di fermo macchina, ed è la ragione per cui è importante utilizzare tecnologie complementari ad alta disponibilità o a tolleranza di guasti.

Pochi miglioramenti nella preparazione alle catastrofi e nella ripresa rispetto all'anno precedente

  • Il 18% dei PSAP non ha un piano di disaster recovery o di emergenza formalizzato (in calo rispetto al 19% dell'anno scorso)
  • Il 20% degli intervistati non ha una sede secondaria in caso di interruzione dell'attività catastrofica o di catastrofe naturale (nessun cambiamento rispetto all'anno scorso)

Portata del sondaggio e demografia

  • Risposte di 573 professionisti del PSAP, principalmente in Nord America
  • Sondaggio a 21 domande che copre argomenti quali il volume delle chiamate, il personale, la migrazione 9-1-1 di nuova generazione, l'uso delle tecnologie di virtualizzazione, le interruzioni di sistema e altro ancora
  • Gli intervistati si sono identificati in base alla responsabilità lavorativa, alla dimensione della popolazione servita e all'entità geografica
  • Il sondaggio è stato condotto da marzo a luglio 2016

Risorse aggiuntive

  • Scarica qui il rapporto completo
  • Visualizza un'infografica delle statistiche sul sito webdi Stratus Technologies
  • Seguite @StratusAlwaysOn e l'hashtag #911survey su Twitter per ulteriori informazioni chiave

Informazioni su Stratus Tecnologie

Stratus StratusTechnologies è il fornitore leader di soluzioni basate su infrastrutture che mantengono le applicazioni in esecuzione in modo continuo nell'odierno mondo always-on. ' soluzioni flessibili - software, piattaforma e servizi - prevengono i tempi di inattività prima che si verifichino e garantiscono prestazioni ininterrotte delle operazioni aziendali essenziali. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Stratus www. .comstratus o seguire su Twitter @StratusAlwaysOn.

Stratus e il logo Stratus sono marchi o marchi registrati di Stratus Technologies Bermuda Ltd. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi proprietari.

 

Contatto con i media

Sally Bate
Direttore, comunicazioni aziendali e di marketing
+1 978-461-7518
sally.bate@stratus.com